Amazon Music
software
Logo
GenereStreaming musicale (non in lista)
SviluppatoreAmazon.com
Data prima versione25 settembre 2007[1]
Sistema operativoMicrosoft Windows
macOS
iOS
tvOS
Android
Fire OS
Amazon Alexa
Amazon Echo
HTML5 (non in lista)
LicenzaProprietario
(licenza non libera)
Sito webmusic.amazon.com

Amazon Music (precedentemente noto come Amazon MP3) è un servizio di streaming musicale sviluppato da Amazon.com, Inc È stato distribuito in versione beta per la prima volta dalla compagnia il 25 settembre 2007, negli Stati Uniti.[2].

A gennaio 2020 la piattaforma conta 55 milioni di utenti.[3][4]

Storia

Nel gennaio 2008, dopo pochi mesi dal rilascio della versione beta, divenne il primo store digitale a vendere musica delle quattro principali etichette discografiche (EMI, Universal, Warner e Sony BMG), oltre a molte altre indipendenti, senza però avere la gestione dei diritti digitali (DRM).[5][6] Tutti i brani erano originariamente venduti in formato MP3 da 256 kilobit per secondo. Dopo gli Stati Uniti, Amazon MP3 venne lanciato nel Regno Unito il 3 dicembre 2008, in Germania il 1º aprile 2009 e in Francia il 10 giugno 2009. L'edizione tedesca venne poi resa disponibile in Austria e Svizzera a partire dal 3 dicembre 2009. Il 10 novembre 2010 Amazon MP3 arrivò anche in Giappone. Le edizioni spagnola e italiana invece vennero rese disponibili il 4 ottobre 2012.

Il 17 settembre 2019, Amazon Music ha annunciato il lancio di Amazon Music HD, che avrebbe fornito audio in qualità lossless con oltre 50 milioni di brani in alta definizione (16 bit/44,1 kHz) e milioni di brani in altissima definizione (24( bit)/44(kHz), 24/48, 24/96, 24/192), l'audio in streaming della massima qualità disponibile. Il servizio di streaming HD è stato successivamente reso disponibile gratuitamente a tutti gli utenti iscritti alla versione Unlimited della piattaforma, il ​​17 maggio 2021.[7]

Caratteristiche e funzioni

Al momento del lancio, Amazon offriva oltre 2 milioni di brani di più di 180.000 artisti e oltre 20.000 etichette, tra cui EMI Music e Universal Music Group, solo ai clienti che si trovano negli Stati Uniti. Nel dicembre 2007 Warner Music ha aggiunto il proprio catalogo alla piattaforma e nel gennaio 2008 anche Sony BMG.[8] Nel 2014 il catalogo conta circa 29,1 milioni di brani.[9]

Servizi streaming

Oltre allo store digitale, Amazon Music offre anche musica in streaming.

Music Prime

Music Prime è un servizio che offre streaming di un catalogo musicale limitato, è disponibile per gli abbonati ad Amazon Prime senza costi aggiuntivi in ​​diversi paesi a partire dalla metà del 2014.[10] Da aprile 2021 vengono introdotti anche i podcast disponibili per l'ascolto tramite la piattaforma.[11]

Music Unlimited

È un servizio di streaming con un catalogo completo ed è disponibile come livello aggiuntivo o come abbonamento autonomo a partire dalla fine del 2016.[12] L'India è l'unico paese ad offrire l'intero catalogo agli abbonati Prime senza dei costi aggiuntivi.[13]

Partnership

Il titolo del 2008 di Rockstar Games Grand Theft Auto IV si collega ad Amazon MP3. I giocatori possono registrarsi sul sito web del Social Club di Rockstar Games per ricevere e-mail al di fuori del gioco contenente un collegamento per acquistare brani contrassegnati da Amazon MP3.[14]

Myspace ha venduto musica da Amazon MP3 nella sezione MySpace Music da settembre 2008.[14]

Il 24 giugno 2021 Amazon ha annunciato l'acquisizione di Art19, un'importante piattaforma di podcast e monetizzazione.[15]

Note

  1. ^ (EN) Amazon.com Launches Public Beta of Amazon MP3, a Digital Music Store Offering Customers Earth's Biggest Selection of a la Carte DRM-Free MP3 Music Downloads, su Amazon.com, Inc. - Press Room, 25 settembre 2007. URL consultato il 29 aprile 2022.
  2. ^ Musica, su Apple (Italia). URL consultato il 9 febbraio 2017 (archiviato il 9 febbraio 2017).
  3. ^ HDblog.it, Amazon Music: utenti quasi raddoppiati in 6 mesi, su HDblog.it, 23 gennaio 2020. URL consultato il 29 aprile 2022.
  4. ^ Amazon Music raggiunge quota 55 milioni di clienti, su DDay.it. URL consultato il 29 aprile 2022.
  5. ^ Amazon to Sell Warner Music Minus Copy Protection - New York Times, su The New York Times, 11 dicembre 2008. URL consultato il 29 aprile 2022 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2008).
  6. ^ Sony Drives Another Nail in the D.R.M. Coffin - Bits - Technology - New York Times Blog, su web.archive.org, 23 gennaio 2008. URL consultato il 29 aprile 2022 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2008).
  7. ^ (EN) Amazon Music HD Is Now Free for Unlimited Users: What That Means, su MUO, 4 giugno 2021. URL consultato il 29 aprile 2022.
  8. ^ (EN) Saul Hansell, Sony Drives Another Nail in the D.R.M. Coffin, su Bits Blog, 10 gennaio 2008. URL consultato il 29 aprile 2022.
  9. ^ Amazon MP3 Song Database, su web.archive.org. URL consultato il 29 aprile 2022 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2015).
  10. ^ (EN) Greg Bensinger, Amazon Launches Music-Streaming Service, in Wall Street Journal, 12 giugno 2014. URL consultato il 29 aprile 2022.
  11. ^ Alessio PlayBlog.it, Amazon Music lancia i Podcast: gratis per tutti i clienti, su PlayBlog.it, 28 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2022.
  12. ^ (EN) Dan Seifert, Amazon's full on-demand streaming music service launches today, su The Verge, 12 ottobre 2016. URL consultato il 29 aprile 2022.
  13. ^ Amazon Prime Music launches podcasts for customers in India, su afaqs!. URL consultato il 29 aprile 2022.
  14. ^ a b GTA IV Unveils New Music Download Model - Grand Theft Auto IV - Yahoo! Games, su web.archive.org, 1º aprile 2008. URL consultato il 29 aprile 2022 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2008).
  15. ^ (EN) Ashley Carman, Amazon is acquiring a podcast hosting and monetization platform, su The Verge, 24 giugno 2021. URL consultato il 29 aprile 2022.